Lenti a contatto morbide

Oggi le lenti a contatto più impiegate nel mondo sono le lenti morbide o idrofile.
Le lenti a contatto morbide o idrofile, così chiamate per il loro contenuto di acqua che le rende morbide, sono costruite con polimeri plastici. Questi materiali rendono le lenti estremamente confortevoli nell'uso, tanto che i pazienti affermano di non avvertirne proprio la presenza sulla cornea, ma comportano due inconvenienti:
1) Tutti i componenti organici delle lacrime aderiscono alle superfici delle lenti usurandole e rendendole meno confortevoli nel tempo
2) Organismi patogeni aderiscono alle lenti e il microclima della superficie oculare le trasformano in un ottimo terreno di coltura per la loro vita e riproduzione
Le maggiori casi produttrici di lenti a contatto hanno sviluppato materiali e geometrie tali da ridurre questi inconvenienti realizzando lenti per un uso ridotto nel tempo, riducendo di conseguenza l’usura e l’inquinamento delle stesse.
Possono essere ad uso:
  • GIORNALIERO

    , queste lenti si usano per un sola applicazione e vanno assolutamente eliminate dopo il primo uso (anche se di poche ore);

  • QUINDICINALE

    , queste lenti possono essere usate per un massimo di 15gg di seguito oppure non di seguito (SCONSIGLIAMO fortemente l’uso ininterrotto delle LAC in quanto, se pur ad alta permeabilità, riducono l’apporto di ossigeno e quindi di nutrizione, alla cornea).
    Esse vanno assolutamente conservate in una soluzione disinfettante per tutto il tempo che non si indossano;

  • MENSILI

    , queste lenti possono essere usate per un massimo di 30 gg di seguito oppure non di seguito. queste lenti possono essere usate per un massimo di 15 gg di seguito oppure non di seguito (SCONSIGLIAMO fortemente l’uso ininterrotto delle LAC in quanto, se pur ad alta permeabilità, riducono l’apporto di ossigeno e quindi di nutrizione, alla cornea).
    Per questa tipologia va seguito il programma di manutenzione delle tradizionali lenti a ricambio annuale;

Lente a contatto Morbide Le lenti ad uso più prolungato richiedono trattamenti di pulizia e disinfezione più accurati.
Come puoi difenderti dai depositi sulle lenti e dai microrganismi? La pulizia e la disinfezione permettono di salvaguardare la salute degli occhi. Cosa fare?
detergere le superfici con un prodotto adatto allo scopo e contemporaneamente praticare un'azione meccanica di strofinamento fra le dita o sul palmo della mano;
porre le lenti nel loro contenitore immerse in un prodotto disinfettante per il tempo prescritto;
riprendere le lenti dopo la disinfezione o quando si desidera indossarle, risciacquarle con soluzione salina sterile monodose o spray;
Cambiare regolarmente anche il contenitore delle lenti a contatto per evitare che questo possa inquinarsi;
Per chi usa le stesse lenti per più di 15 giorni è consigliabile, oltre la disinfezione, anche l'uso di enzimi, questi prodotti eliminano dalle lenti le proteine che si accumulano nel tempo sulle lenti e la sopportabilità delle stesse migliora. E' necessario lavare le lenti prima e dopo l'uso degli enzimi.
Una facile soluzione dei problemi di pulizia sono le lenti one day o monouso.
Queste lenti hanno il vantaggio di essere usate per una giornata e quindi eliminate insieme all'uso dei prodotti detergenti e disinfettanti. Quindi una grande praticità d'uso,la comodità di indossare lenti nuove ogni giorno, nessuna formazione di depositi, minor rischio di infezioni oculari mentre l'economicità sta nelle confezioni con molte lenti e nel risparmio sui liquidi.
Queste lenti possono correggere i difetti di: miopia, ipermetropia, lievi difetti di astigmatismo e la presbiopia.

LA SOLUZIONE SALINA

La soluzione salina viene usta al termine della disinfezione e prima di ogni applicazione per il risciacquo affinché le lenti siano prive di residui chimici o di eventuali corpi estranei. Questo prodotto è gradito non irrita l’occhio in quanto la sua composizione chimica è simile a quella delle lacrime.
Una soluzione salina sterile (preservata, monodose o spray) garantisce un'igiene migliore riducendo il rischio di contaminazione da parte di agenti esterni. E’ importante comunque NON considerare la SALINA come alternativa ai sitemi di pulizia infatti, essa, ha il solo scopo di risciacquo e non di disinfezione.
Esiste in commercio un prodotto detto "LACRIME ARTIFICIALI" che si mette direttamente negli occhi e svolge un'azione lubrificante e idratante per gli occhi secchi o irritati da polvere, luce, vento. Esso permette di sopportare le lenti più facilmente, è consigliato secondo necessità. Si usa come un collirio direttamente negli occhi oppure sulle lenti prima dell'applicazione
Come metterle? Passo 1.
Come metterle? Passo 1.
COME METTERLE ?
1) Con la lente sull'indice, dalla parte dell'occhio prescelto, usate il dito indice dell'altra mano per alzare la vostra palpebra superiore verso il sopracciglio
2) Usate il medio della mano con cui operate l'applicazione per abbassare la palpebra inferiore e quindi ponete la lente centralmente sul vostro occhio
3) Mentre tenete questa posizione guardate in basso o dritto, secondo la posizione della testa bassa o dritta, e applicate la lente adagiandola bene sull'occhio
4) Delicatamente rilasciate la vostra palpebra
Come toglierle? Passo 1.
Come toglierle? Passo 1.
COME TOGLIERLE ?
1) Accertatevi che la lente sia nella posizione corretta sul vostro occhio prima di cercare di rimuoverla (una semplice prova della vista, chiudendo un occhio per volta, vi evidenzierà se la lente si trova nella posizione corretta)
2) Guardare in alto e delicatamente abbassare la palpebra inferiore con il dito medio della mano con cui rimuovete la lente e ponete il vostro indice e pollice sul bordo inferiore della lente
3) Fate scorrere la lente in basso verso la parte bianca dell'occhio, premete la lente sull'occhio tenendola tra pollice e indice,quindi staccatela come per pizzicarla. Evitate di stringerla troppo per non romperla evitando di far attaccare insieme i bordi della lente

CONSIGLI UTILI

- Le lenti non devono mai essere portate per tutto il periodo di veglia ma solo 8 - 12 ore al giorno secondo sopportabilità individuale, l'uso in eccesso provoca un'alterazione della fisiologia oculare e quindi dei disturbi che permangono e si risolvono con difficoltà.

- Un sintomo di un uso eccessivo è dato dalla sensazione visiva di aloni attorno alle luci, non dormite mai con le lenti ad eccezione per le lenti ad uso prolungato utilizzabili però solo per pochi giorni di seguito

- Se la visione con le lenti non è nitida provate a massaggiare la palpebra chiusa per centrare la lente. Se la situazione non migliora controllate se la lente è uscita dall'occhio, se avete invertito la lenti, se esse sono rovesce o sporche.

- Attenzione all'uso di cosmetici, creme, lozioni o detersivi perché potrebbero rovinare le lenti ed irritare gli occhi, soprattutto alle lacche o spray in genere che rimangono nell'aria.

- Non utilizzate le lenti in caso di malattie dell'occhio né colliri con le lenti indosso.

- Per qualsiasi disturbo interpellateci.


Torna allo studio
Segui Ottica Palmisano su Facebook
Ottica Palmisano - Corso Vittorio Emanuele, 85 - 74122 - Talsano (TA) - P.IVA:1238723940682